Risveglio posturale

Luigi Sebis

La lezione di Risveglio Posturale si compone prevalentemente del lavoro back school in cui gli allievi apprendono come muoversi grazie a esercizi che ammorbidiscono e scaricano la colonna vertebrale.

 

È in primo luogo un percorso di apprendimento e prevenzione che permette all’allievo di diventare artefice della propria ripresa e del proprio benessere. Inoltre, grazie a esercizi che ammorbidiscono e scaricano la colonna, imparano a gestire meglio il dolore.

Sedentarietà e stress sono i principali disagi dell’uomo moderno: cercare di prevenire la sintomatologia dolorosa dovuta a posture scorrette o a disturbi articolari, determinando una minore incidenza del mal di schiena, permette di ritrovare l’elasticità del corpo e la giovinezza della mente.

Il risveglio posturale è il metodo che utilizza il controllo e la fluidità dei movimenti del pilates integrandoli con tecniche di rilassamento, respirazione e postura, per prevenire, migliorare e combattere eventuali squilibri posturali, integrando metodi propri della filosofia tibetana, indiana e thailandese.

Come in molti metodi orientali, anche in questa disciplina il corpo è controllato attraverso un lavoro mentale con una migliore conoscenza e percezione dell’equilibrio del proprio corpo in generale, della colonna vertebrale, degli arti superiori e inferiori e delle posizioni che queste parti del corpo assumono nello spazio.

Una ginnastica quindi che porta ad acquisire la capacità di controllo del corpo, a migliorare la postura e ad imparare a muoversi in modo corretto. La tecnica si avvale dei principi delle scuole di Mezières, Backschool, Pilates.